Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:30 Sabato: 9:00 -14:00

Chiama Ora

0536 800883

Richiedi un Appuntamento

richiestavisita@venturaodonto.it

Chiama Ora

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:30 Sabato: 9:00 -14:00

Richiedi un Appuntamento

richiestavisita@venturaodonto.it

Filo interdentale: come usarlo in maniera corretta?

Il filo interdentale è un ottimo alleato contro carie ed infezioni ai denti, poiché riesce a rimuovere in profondità i residui di cibo e lo strato di placca creatosi i tra i vari elementi dentali, raggiungendo le zone che non potrebbero essere  pulite con il semplice spazzolamento dei denti

4 Mosse per utilizzare al meglio il filo

1.  Taglia un pezzo di filo

Lava le mani. Poi taglia circa 20-25 cm di filo interdentale e avvolgerne le estremità intorno al dito medio di ogni mano.

2. Avvolgilo

Avvolgi entrambe le estremità del filo attorno al dito medio (fai due giri) e dopo afferra il filo teso con i pollici e gli indici.

3. Inseriscilo con delicatezza tra i due denti

Inserisci il filo tra le superfici di contatto di due denti, esercitando una piccola pressione e inizia a spostare il filo con un andamento a Zigzag.

4. Utilizza filo pulito quando ti sposti da un dente ad un altro

Una volta tolto il filo da uno spazio sarà  sporco di placca e batteri. Non utilizzare lo stesso pezzo di filo per pulire le successive superfici altrimenti sposterai lo sporco da un dente ad un altro.

Ogni qualvolta si estrae il filo per pulire il dente successivo, è indispensabile utilizzare una parte pulita del nastro.

Chi deve usare il filo interdentale?

L’uso del filo interdentale è importante in tutti gli individui.

E’ particolarmente utile se:

  • Gli spazi interdentali sono particolarmente stretti
  • Porti impianti singoli
  • Porti protesi su denti naturali o impianti
  • Porti un apparecchio ortodontico

Che tipo di filo devo usare?

Non esistono bocche uguali ad altre. Questo significa che per una pulizia ottimale gli strumenti di igiene domiciliare devono essere adatte all’anatomia individuale.

Per la scelta degli giusti strumenti consigliamo di farti aiutare da un professionista.

La persona più indicata è la tua igienista dentale che ti spiegherà esattamente quali spazi vanno puliti con il filo interdentale e quali invece con lo spazzolino e ti saprà consigliare tutti gli altri strumenti di supporto.

Quanto  e quando utilizzare il filo?

E’ necessario utilizzare il filo almeno una volta al giorno.

Su quando utilizzare il filo esistono diverse correnti di pensiero.

  1. Una corrente di pensiero sostiene che il filo interdentale vada utilizzato prima di lavarsi i denti con lo spazzolino e il dentifricio. Questo perché secondo i sostenitori , passando il filo prima si liberano le fessure tra i denti, permettendo al dentifricio di entrare anche in queste cavità, andando a apportare una corretta disinfezione dell’intero cavo orale.
  2. Una seconda corrente di pensiero, dice che il passaggio del filo interdentale deve essere fatto solamente dopo essersi lavati i denti con spazzolino e dentifricio.  Questa teoria si  basa sul presupposto che, se si spazzolano bene i denti al momento del lavaggio, i residui interdentali sono già ripuliti, e il passaggio del filo è più agevole e quindi più performante.

Di base è importante usare il filo da denti, indipendentemente che lo si faccia prima o dopo aver spazzolato i denti con lo spazzolino e il dentifricio.

Guarda il video per vedere tutti i passaggi