Piazza Martiri Partigiani 77, 41049 Sassuolo (MO)

0536 800883

Chiama Ora

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

Chiama Ora

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

ENDODONZIA

È la branca odontoiatrica in cui si lavora per prevenire od eliminare traumi infiammatori relativi alla parte più interna del dente detta polpa dentaria o “nervo”

Si potrebbe dire che stiamo entrando nel “vivo del dente”.
Stiamo infatti alla cura dei canali interni alle radici, dove normalmente sono contenuti i nervi, le vene e arterie (la polpa dentaria). Quando questi tessuti si ammalano o subiscono danni a causa di carie o traumi, il trattamento endodontico riesce a salvare il dente.

Come funziona

Le due fasi del trattamento endodontico
 PRIMA FASE – svuotamento completo del contenuto dei canali delle radici

 SECONDA FASE – riempimento tridimensionale del canale delle radici mediante materiale plastico riscaldato.



Quando si rende necessario?

Gli interventi necessari
 Il trattamento é reso necessario da vari motivi:

  • Una carie chiama tutta colpa viva, situazione che rende necessaria una una devitalizzazione;
  • Presenza di una polpa morta (detta necrosi dentale) trauma trauma o per una vecchia otturazione profonda o ancora una carie penetrante presente da molto tempo. In questo caso si rende necessaria una terapia scanalare.
  • Presenza di un dente già individualizzato ma il modo incompleto per cui si rende necessaria una nuova cura canalare chi si definisce ritrattamento endodontico.

Negli ultimi due casi può essere presente un granuloma, cioè tessuto infiammatorio attorno all’apice della radice, O addirittura una cisti, che raccolta di siero o di pus o di tessuto flogistico infetto. Una terapia endodontica corretta é in grado di far guarire entrambe queste lesioni. Raramente, quando la guarigione non avviene, si deve ricorrere all’asportazione della punta della radice, (apicectomia) e del tessuto infetto per via chirurgica. Esistono altri casi in cui può essere necessario rivitalizzare un dente per necessità ricostruttive di protesi o per una eccessiva sensibilità agli stimoli termici (dolore al caldo o al freddo).

PRENOTA IL TUO CHECK UP CON IL NOSTRO ESPERTO DI ENDODONZIA

Il tuo sorriso ad un click di distanza