Piazza Martiri Partigiani 77, 41049 Sassuolo (MO)

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Chiama Ora

0536 800883

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

Chiama Ora

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

Otturazione Dentale: come si esegue e quando.

Warning: Use of undefined constant HTTP_X_AUTH – assumed ‘HTTP_X_AUTH’ (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/ventu575/public_html/new/wp-content/plugins/2mb-autocode/2mb-autocode.php(165) : eval()’d code on line 1

L’ otturazione dentale (o riempimento) è una comune procedura odontoiatrica indicata per restaurare i denti danneggiati da processi cariogeni, ripristinandone struttura, morfologia ed integrità. L’otturazione dentale è sempre anticipata dalla rimozione del danno (es. carie) e dall’accurata disinfezione della zona.

L’ otturazione dentale è sempre anticipata dalla rimozione del danno, rappresentato solitamente dalla carie, dopodiché si procede ad un’accurata disinfezione della zona. Solo successivamente il dentista procede otturando (ovvero chiudendo) le fessure od i canalicoli che i batteri, perforando smalto e dentina, hanno procurato al dente.

Molto spesso le carie lavorano in sordina, ciò significa che difficilmente riusciamo ad accorgerci subito della loro presenza, poiché mentre i batteri procedono nel consumare il nostro smalto noi non avvertiamo alcuna sensazione. Solitamente quando iniziamo ad avvertire i primi dolori significa che i batteri sono già andati in profondità e arrivando ai nervi e alla polpa del dente, rischiando poi di scatenare un ascesso dentale o danni alle radici che non possono più essere rimediati con una semplice otturazione.

Per questo motivo ricordiamo sempre l’importanza di un’attenta igiene orale e di controlli periodici dal dentista, in modo da prevenire o curare in maniera meno invasiva le eventuali problematiche che si presentano. Infatti molte volte capita che i pazienti non si accorgano di avere carie, proprio perché ancora queste ultime non hanno intaccato zone sensibili. Alcuni segnali di avvertimento possono essere anche fastidi legati al caldo o al freddo degli alimenti, ma non sempre sono rilevabili. 

Procedendo ad una visita di controllo è possibile scongiurare la presenza di batteri cariogeni o meno, ed intervenire se necessario con un’accurata procedura di otturazione. Vediamo di seguito come viene eseguito un comune intervento di otturazione.

Fasi Otturazione Dentale:

  • Anestesia locale del dente cariato -> il dente viene “addormentato”, di conseguenza il paziente non dovrebbe percepire alcun dolore durante la procedura
  • Breve attesa di qualche minuto per dar modo all’anestetico di esercitare il proprio effetto terapeutico
  • Utilizzo di speciali frese che vanno a tagliare il dente in modo da poterlo pulire internamente e togliere tutti i residui di batteri presenti
  • Riempimento del solco creato nel dente con appositi materiali (es. amalgame, resine ecc.) in modo che già dopo poche ore dall’intervento sia possibile riprendere la normale masticazione

 

Esistono poi diversi tipi di materiali utilizzati per riempire il solco dentale durante l’otturazione. Questi differiscono sia in termini di composizione, che di costo e prestigio. I più utilizzati oggigiorno sono quelli in composito a base di resine, che hanno un effetto molto naturale, sono ben tollerate dall’organismo e resistenti nel tempo.

 

Come accorgersi della presenza di una carie?

Come dicevamo prima, alle volte le carie procurano fastidi o male ai denti che possono perdurare per giorni, e questo è sicuramente il primo e fondamentale campanello d’allarme. In alcuni casi però abbiamo visto come una carie possa agire indisturbata senza portare fastidi imminenti, e questo non ci permette di affrontarla subito senza poi dover incorrere in interventi più invasivi e fastidiosi. La miglior cura come sempre è la prevenzione, se garantite a voi stessi e alla vostra salute orale attenzione quotidiana e controlli periodici dal dentista, non avrete alcun problema nel cogliere eventuali carie sul fatto ed eliminarle velocemente con piccole otturazioni che a volte non necessitano nemmeno di anestesia. 

Quanto tempo dura un’otturazione?

Una carie di piccole dimensioni viene facilmente trattata in un intervento che dura dai 20 ai 60 minuti circa. I processi cariogeni più gravi richiedono invece più tempo per essere accuratamente otturati. Qualora invece si abbia atteso troppo prima di fare un controllo e le carie che si siano spinte più in profondità, invadendo la polpa dentale, necessitano di procedure più invasive come la devitalizzazione o l’estrazione del dente per rimediare al danno subito.

 

Per evitare di dover incorrere in interventi più lunghi e demolitivi il Ventura Centro Odontoiatrico vi invita ad usufruire del suo speciale Check-Up gratuito, in modo da potervi offrire un controllo e una prima analisi sulla vostra situazione orale completa! Contattaci al numero di telefono o compila il form online!