Piazza Martiri Partigiani 77, 41049 Sassuolo (MO)

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Chiama Ora

0536 800883

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

Chiama Ora

0536 800883

Aperto

Lu-Ven: 9:00 - 19:00 Sabato: 9:00 -13:00

Richiedi un Appuntamento

Il tuo sorriso perfetto ad un click di distanza

Ascesso Dentale: cosa fare per Curarlo?

Warning: Use of undefined constant HTTP_X_AUTH – assumed ‘HTTP_X_AUTH’ (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/ventu575/public_html/new/wp-content/plugins/2mb-autocode/2mb-autocode.php(165) : eval()’d code on line 1

L’ascesso dentale è una delle paure più comuni tra i pazienti. L’ansia di ritrovarsi con un dente sofferente è forte ma è giusto sottolineare un punto importante: una buona prevenzione può limitare il rischio di ascesso ai denti, anche perché le cause sono chiare ed un appuntamento semestrale con il tuo dentista di fiducia può ridurre al minimo questi rischi.

L’ascesso dentale è un accumulo (anche noto come pus) di batteri, detriti cellulari e globuli bianchi intorno al dente, quindi tra gengiva, osso e polpa, che provoca sofferenza al paziente. Esistono diversi tipi di ascesso, che si distinguono in base alla zona di comparsa del granuloma. In base al punto esatto in cui si trova l’infezione può essere:

  • periapicale
  • gengivale
  • parodontale

E’ necessario quindi, per procedere con la cura più adatta, riconoscerne la tipologia. Una visita urgente dal dentista mette ogni paziente in condizione di avere una diagnosi adeguata, e di agire all’origine del problema senza rischiare spiacevoli ricadute. Infatti per sfiammare un ascesso dentale spesso vengono prescritti un antibiotico e un antidolorifico, sufficienti assieme all’applicazione di un po’ di ghiaccio a far calare il dolore intenso e il gonfiore fino a scomparire quasi del tutto.

Ciò non significa però che l’infezione sia guarita, ma solamente che i sintomi sono stati trattati. Perciò è molto importante fare una visita per scongiurare una possibile nuova insorgenza dell’ascesso stesso, ed eliminarne definitivamente la causa.

Una volta risolta l’infezione e l’infiammazione si passa alla cura dell’ascesso dentale ed a questo punto il dentista può decidere qual è la soluzione migliore per evitare il ripresentarsi del problema. Ricordiamo comunque che la migliore cura di un ascesso è la prevenzione orale. Attraverso visite di controllo è possibile riscontrare eventuali problemi prima che sfocino in ascessi o altre complicanze odontoiatriche, e risolvere il problema senza dover poi ricorrere a terapie antibiotiche e altri farmaci.

Per chi non potesse prendere antibiotici o preferisse rimedi naturali, esistono dei validi sostituti che possono aiutare a sfiammare l’infezione. Bisogna ricordare però che i farmaci agiscono in un lasso di tempo più breve rispetto ai rimedi naturali, e in queste situazioni le tempistiche possono essere fondamentali per non potrarre troppo a lungo il dolore. È comunque possibile abbinare medicinali antinfiammatori per il dolore, ad antibiotici naturali, così da non dover stressare troppo il nostro organismo.

Antibiotici Naturali più Potenti:

  • Semi di Pompelmo
  • Curcuma 
  • Aglio
  • Echinacea
  • Zenzero
  • Miele
  • Olio d’oliva

Alcuni studi hanno documentato che il trattamento della periodontite determina un miglioramento del controllo glicemico, verosimilmente migliorando la sensibilità all’insulina. Diabete e malattie periodontali hanno entrambe un decorso cronico ma sono condizioni trattabili e vanno tenute entrambe sotto controllo con un trattamento a lungo termine, per assicurarsi migliori condizioni di salute in generale e in futuro.

 

Quali sono i sintomi dell’ascesso dentale?

I sintomi di un ascesso sono facilmente riconoscibili: mal di denti che si acutizza durante la masticazione, relativo mal di testa, gonfiore gengivale, alitosi, spossatezza, sensibilità dentale e in alcuni casi febbre. Va detto che non tutti questi sintomi si manifestano sempre e comunque, quelli che non mancano mai sono il mal di denti ed il gonfiore della parte interessata.

 

Quali sono i principali fattori di rischio che portano all’ascesso dentale?
  • Scarsa igiene orale, in quanto la placca può accumularsi più facilmente sui denti;
  • Consumo elevato di cibo e bevande zuccherate;
  • Problemi preesistenti ai denti o interventi chirurgici non perfettamente riusciti, che possono fungere da porta d’ingresso per i batteri attraverso parti del dente e delle gengive danneggiate;
  • Sistema immunitario indebolito (diabete, cardiopatici, soggetti in trattamento con cortisone o chemioterapici, …);
  • Alcolismo
  • Fumo
  • Mancanza di prevenzione e visite regolari di controllo;
  • Mancanza di regolari pulizie dentali professionali.

 

Quanto dura il dolore provocato da un ascesso dentale?

Prendendo l’antibiotico e l’antidolorifico prescritti dal medico o dal dentista ed applicando del ghiaccio nel giro di due o tre giorni il dolore intenso e il gonfiore dell’ascesso calano sino diminuire quasi del tutto. Ciò non significa che sia guarita l’infezione, ma che solamente i sintomi siano stati trattati, con possibile nuova insorgenza dell’ascesso stesso. È perciò importante procedere con una cura dentale che curi definitivamente l’infezione.

 

Il Ventura Centro Odontoiatrico assicura ai suoi pazienti un aiuto professionale e dedicato, e vi aspetta per un Check-Up gratuito perché è bene ricordare che prevenire è meglio che curare!